Big G rivoluziona le sue mappe, anche le app social per i Google glass

google_logoMAPPE personalizzate, più interattive, che incamerano e poi restituiscono informazioni su luoghi d’interesse e ristoranti in scia di TripAdvisor e mostrano gallery di foto. E’ questa “la nuova generazione di mappe” che Google ha presentato alla I/O 2013, la Conferenza degli Sviluppatori in corso a San Francisco. Il servizio potenziato sarà – insieme al nuovo look del social network Plus – disponibile anche in Italia. Al contrario di Music All Access e Play games, i servizi di musica e giochi annunciati ieri, che al momento rimangono circoscritti al territorio statunitense. Il secondo annuncio riguarda un prodotto che ancora non è in commercio, i Google Glass, gli occhiali a realtà aumentata che già stanno facendo discutere per i problemi alla privacy. Durante una delle sessioni, Mountain View ha fatto sapere che sono in arrivo nuove app, i social network con Facebook e Twitter ma anche l’app ad hoc di Tumblr e quelle di Elle e Cnn. Facebook,  per ora, con i Glass consente di scattare e condividere foto. Idem Tumblr con in più la visualizzazione del flusso di notizie o una selezione di esso. L’app di Google + ingloberà la capacità di avviare gli Hangout. Twitter trasferisce sul gadget la maggior parte delle sue funzioni, dall’invio di tweet – foto comprese – ai messaggi diretti e notifiche degli stessi e dei cinguettii. Confermata l’applicazione di Evernote con supporto agli elenchi: verosimilmente si potrà creare a casa la lista della spesa e visualizzarla poi sui Glass al supermercato. Dopo il New York Times, per i Glass arriva pure la Cnn, con la possibilità di personalizzare non solo gli argomenti delle notizie da seguire ma anche la frequenza con cui si vuole essere aggiornati. Sul fronte editoriale esordisce Elle, che fornirà aggiornamenti “di tendenza” agli utenti.

Mappe trasformate. “In passato una mappa era solo una mappa. Quella di New York era una, indipendentemente dal fatto che steste cercando l’Empire State Building o il bar in fondo alla strada”, spiega Big G che ora – a distanza di un anno dal ‘divorzio’ con Apple e conseguente lancio da parte di Cupertino di un proprio sistema di mappe che ha ricevuto forti critiche iniziali – promette “mappe onnicomprensive, create da noi stessi”. In pratica, ad ogni clic si possono evidenziare le cose che più ci interessano e contrassegnarle con una stella, scrivere recensioni di un ristorante e condividerle con gli amici. E più si interagisce, più le mappe diventano personalizzate.

Nel pacchetto novità anche una galleria di foto che appare in basso ad ogni ricerca e raccoglie tutte le immagini di Google Maps relative a un luogo (città, montagne, oceani, canyon, ecc) e comprende anche la visualizzazione in 3D di Google Earth. Si può accedere a tutto ciò su invito. Alla Conferenza degli sviluppatori di San Francisco sono arrivate novità anche per il social network Google+, che si è rifatto il look. Il nuovo layout, è più colonne, consente un’esplorazione più facile e porta i contenuti multimediali con foto più nitide. Inoltre, è stata aggiornata Google+ Hangouts, la nota applicazione per video di gruppo, “per portare online le vostre conversazioni, su qualsiasi dispositivo o piattaforma e con gruppi di un massimo di 10 amici”, spiega Mountain View.  A due anni di distanza dalla nascita della piattaforma, sono 190 milioni le persone che “postano video e aggiornamenti di status”, mentre 390 milioni di iscritti al social sono attivi su Google (dal negozio per app Google Play, alle video-chiamate in Gmail, alla condivisione di video di YouTube)

repubblica.it

Related posts

Leave a Comment