Dall’idea allo sviluppo di API in modalità Agile secondo Red Hat: parte 2

Icone di Laymik (Noun Project) sotto licenza Creative Commons Seconda parte di una serie in tre parti proveniente dal Blog del Red Hat Developer Program, che descrive un approccio proposto per un ciclo di vita dell’API agile dall’ideazione alla distribuzione della produzione. La prima parte è disponibile qui. Dopo aver affrontato nel primo articolo l’ideazione delle API ed aver identificato il set di strumenti necessari a compiere tutto il percorso previsto per arrivare al deployment delle API, partendo dalla costruzione di un esempio di un modello di Request/Response, il passo…

Leggi ancora

Dall’idea allo sviluppo di API in modalità Agile secondo Red Hat: parte 1

Icone di Laymik (Noun Project) sotto licenza Creative Commons Nel mondo delle applicazioni odierne, che sempre più richiedono di potersi integrare con altre applicazioni in modo facile e sicuro, le API (Application Programming Interface) ricoprono un ruolo fondamentale. Ho quindi trovato interessante pubblicare uno stralcio proveniente dal blog di Red Hat che spiega come costruire una API dall’inizio alla fine. Come indicato dall’autore, Laurent Brodoux, l’obiettivo di questa serie di post è descrivere un approccio proposto per un processo di consegna API agile, coprendo non solo la parte di sviluppo, ma…

Leggi ancora

Mozilla Hubs: parte l’esperimento che offre un’esperienza social in Mixed Reality e Open Web

Partito ieri l’esperimento di Mozilla chiamato Hubs, un’esperienza di social immersiva fornita direttamente dal  browser. Basta fare clic su un collegamento Web per iniziare a interagire con gli altri all’interno della realtà virtuale. Come annunciato già l’anno scorso da Mozilla, l’abilitazione di esperienze sociali utilizzando Mixed Reality e il web aperto era iniziata con la creazione di un gruppo di lavoro dedicato all’esperimento Hubs. Cosa puoi fare con Hubs Con Hubs  puoi creare una stanza con un solo clic. È quindi possibile condividere e accedere a quella stanza con un…

Leggi ancora

Amazon presenta gli AWS Blockchain Templates: crea la tua blockchain con pochi clic!

Importante notizia per chi ha bisogno di creare una blockchain e necessita di uno strumento che semplifichi il lavoro dietro le quinte: con AWS Blockchain Templates di Amazon sarà possibile configurare tutte le risorse della nostra blockchain in modo automatizzato. Sia che si tratti di una Ethereum network (pubblica  o privata) o di un Hyperledger Fabric (privata) basteranno pochi minuti e qualche clic sull’interfaccia per trovarsi una blockchain scalabile e robusta pronta all’uso. Nella pagina di presentazione del nuovo servizio è riportato un piccolo tutorial per avviareuna rete privata di…

Leggi ancora

Google sta lavorando su una propria tecnologia basata su Blockchain per i servizi cloud

Come riportato da Bloomberg, Google sta lavorando sulla tecnologia legata alla blockchain per supportare il proprio business nel cloud e superare la concorrenza di startup emergenti che utilizzano la tecnologia ad alto rischio per operare online in modi nuovi, secondo le persone che hanno familiarità con la situazione. Le aziende utilizzano blockchain e altri cosiddetti registri digitali per registrare in modo sicuro le transazioni e elaborare altri dati su Internet – un servizio che Google potrebbe utilizzare, ad esempio, per rassicurare i clienti che le loro informazioni sono protette quando…

Leggi ancora

Revolut lancia le carte di credito virtuali usa e getta

La startup fintech Revolut lancia un nuovo tipo di carte di credito virtuali: le carte usa e getta per gli acquisti online. Oltre alla classiche carte virtuali a pagamento, è ora disponibile un diverso tipo di carta virtuale che viene distrutta dopo ogni transazione. Se di solito fai acquisti su Amazon o se hai un abbonamento Spotify, questi servizi ti hanno chiesto prima di inserire il numero della carta e continuano ad eseguire addebiti sulla stessa carta per ogni acquisto. Ma cosa succede se finisci su un sito dall’aspetto poco…

Leggi ancora

Graphite: l’alternativa a Google Docs e Microsoft Office in versione decentralizzata su Blockchain

Basato sul framework Blockstack, Graphite rappresenta una valida alternativa agli strumenti della Google Suite o di Microsoft Office per chi desidera l’encrypting e l’archiviazione decentralizzata dei propri documenti. Le funzionalità offerte vanno dalla gestione dei Contatti, allo Spreadsheet e alla Chat, il tutto in forma criptata ma reso disponibile da qualsiasi dispositivo e mantenendo la proprietà del dato. Nel dettaglio, Blockstack offre tre principali funzionalità: Identità Con Blockstack, gli utenti ottengono le chiavi digitali che consentono loro di possedere la propria identità. Accedono alle app localmente senza server remoti o…

Leggi ancora

Mozilla lancia la propria idea di IoT: il Web of Things

Puntando alla completa apertura ed interoperabilità tra sistemi IoT differenti, Project Things di Mozilla attraverso un protocollo (Things Gateway) consente ad ogni nodo della rete IoT di esporre metodi e funzioni in formato standard JSON come fosse un sito web. Sul sito dedicato, nella sezione Gateway, è indicato come costruire, partendo da una scheda Raspberry Pi, un proprio Web of Things Gateway, scaricando le componenti software già disponibili per il download oppure su GitHub è possibile seguire il tutorial per installare le componenti software necessarie al funzionamento. Attualmente l’ambito di applicazione…

Leggi ancora

Google dedica un team di tecnici per accelerare lo sviluppo dell’ecosistema WordPress

La partnership di Google con WordPress è finalizzata a fornire il supporto della piattaforma alle tecnologie Web, con particolare riferimento alle prestazioni e all’esperienza mobile. L’assunzione di esperti WordPress da parte di Google è il primo passo. Google ha investito molto nel plasmare l’architettura del web, collaborando con gli sviluppatori, la comunità open source e la comunità SEO per garantire l’adozione di tecnologie e pratiche come parte della sua missione “per contribuire alla diffusione di un ambiente sano, fiorente e web vibrante. ” Più di recente, Google ha collaborato con…

Leggi ancora

Supermedium: il browser per la realtà virtuale sbarca oggi sul web

Nato dal gruppo di sviluppatori di Mozilla VR che ha dato origine al progetto WebVR, il nuovo browser Supermedium ha l’ambizione di rendere la nostra navigazione sul web un’esperienza immersiva. Come spiegato sul sito ufficiale di Supermedium, dove è possibile da oggi scaricare il browser VR, la bellezza della realtà virtuale basata sul Web è che il contenuto si carica velocemente. In un tipico ambiente VR nativo l’applicazione occupa diverse decine di gigabyte, ed impiega un minuto o due per avviarsi. Su Supermedium, puoi fare clic su un link ed…

Leggi ancora

Storj.io registra un incremento esponenziale di dati sul cloud storage blockchain-based

Il panorama delle piattaforme, che ripropongono servizi a larga diffusione nella versione “decentralizzata” e basata su Blockchain, si arricchisce costantemente di nuovi player: tra questi è interessante la soluzione per il cloud storage di Storj.io. Storj.io nasce nel 2014, e dopo una serie di passi evolutivi, comprendenti la partnership con Microsoft per l’utilizzo del servizio Azure Blockchain-as-a-Service, sviluppa il proprio servizio che si espande rapidamente durante il 2017. L’esplosione del servizio è nata dalla possibilità, per i Data Center ed anche gli utenti, di mettere a disposizione lo spazio e…

Leggi ancora

La Digital Transformation condurrà il 60% delle aziende USA a spostare l’IT sul Cloud entro il 2019

Da una ricerca effettuata da 451 Research, emerge un dato che si lega alla crescita mondiale dei servizi Cloud nelle diverse declinazioni (IaaS, PaaS, SaaS): il 60% del campione di aziende USA intervistate sposterà il proprio IT sul Cloud entro il 2019. L’azione riguarderà tre aree di intervento: la Business Intelligence, l’Artificial Intelligence e i Big Data. Ma, più in generale, è chiara la tendenza ad utilizzare il Cloud per l’analisi dei dati più importanti presenti in azienda potendo accedere ad una potenza elaborativa modulabile in base alle esigenze e…

Leggi ancora

IoT: le 5 previsioni per il 2018 secondo Business Insider Intelligence

Quasi ogni settore è stato influenzato dalle tecnologie digitali negli ultimi 10 anni. E nel 2018, ci aspettiamo di vedere ulteriori trasformazioni in grado di influenzare la nostra azienda, la carriera e più in generale la vita. Alcune sono: Le cryptovalute saranno maggiormente diffuse ed accettate Google e Apple sfideranno Amazon nello spazio degli altoparlanti intelligenti Il mercato VR vivrà una rinascita Inizierà la corsa alla realizzazione della macchina a guida autonoma Le normative sui droni si semplificheranno Vedremo un’espansione internazionale di Alibaba La cosiddetta “Geneazione Z” diventerà un importante…

Leggi ancora

Pony.ai, startup nel settore delle autonomous car, finanziata per 112 milioni di dollari

Superando la media delle IPO del 2017, il progetto per una autonomous car di Pony.ai si guadagna la fiducia degli investitori e raccoglie 112 milioni di dollari di finanziamenti, in un settore occupato al momento solo da grandi aziende come Google (Waymo) o Uber. Ma leggendo la storia di questa startup con appena un anno di vita, si comprendono meglio i motivi che hanno generato la fiducia del mercato: i due fondatori (James Peng and Tiancheng Lou, hanno un recente passato proprio sui progetti di Baidu e Google destinati a…

Leggi ancora

La startup canadese Mojio ottiene 30 milioni di dollari di fondi per la sua soluzione di connected-car

La startup canadese di veicoli connessi Mojio è riuscita a ottenere un totale di 30 milioni di dollari nel round di finanziamento della serie B guidato da Kensington Capital. Mojio, la cui soluzione per veicoli collegati aiuta a trasformare qualsiasi automobile in una connessa, prevede di utilizzare i finanziamenti per accelerare lo sviluppo delle proprie soluzioni per il settore automotive ed espandersi a livello globale. Il dispositivo Mojio supportato da sette operatori wireless funziona attualmente in cinque nazioni. Secondo il CEO dell’azienda Kenny Hawk, finora Mojio ha trasformato 500.000 veicoli…

Leggi ancora