DNSChanger: 17.000 utenti italiani fuori da Internet

 

Secondo il DNSChanger Working Group sono circa 250.000 le macchine che risultano ancora infette e ciò significa che un cospicuo numero di utenti non ha di fatto accesso a Internet. Gli internauti italiani colpiti sarebbero 17.704, quindi molti meno dei 26.000 a rischio black-out censiti alcuni mesi fa. l’Italia è tuttavia al primo posto come numero di infezioni causate da DNSChangerin rapporto al numero degli utenti connessi.

In caso di mancata navigazione il consiglio è quindi quello di cambiare le impostazioni dei server DNS a cui il browser fa riferimento per la navigazione.

Leggi l’articolo di Giuseppe Cutrone

Post correlati

Leave a Comment