Ecco come funzionerà il display olografico dello smartphone di RED

Il produttore di macchine cinematografiche RED ha in programma uno smartphone – chiamato Hydrogen, che vanta una grande videocamera e un “display olografico” sul quale trapelano poche informazioni, nonostante MKBHD abbia avuto in mano il dispositivo prima della sua uscita.

Ora si comincia a sapere qualcosa di più perché il CEO di RED Jim Jannard ha nominato HP Labs come spin-out Leia Inc. come partner tecnologico di visualizzazione (fonte Engadget).

La tecnologia di Leia utilizza la tecnologia del campo luminoso, che raggruppa gli LCD con retroilluminazione che punta in direzioni diverse. Quando si combinano gli angoli della retroilluminazione che proiettano le immagini sullo schermo, è possibile produrre effetti 3D visibili a occhio nudo.

L’innovazione di Leia prosegue pur mantenendo indisturbate le funzionalità tradizionali di visualizzazione 2D, in modo da poter passare da entrambe le modalità a seconda di quello che stai visualizzando.

Il blocco principale per i contenuti visualizzabili sullo schermo olografico potrebbe essere sul lato del contenuto, tuttavia – ha detto Jannard che lo smartphone utilizzerà un formato olografico chiamato .h4v per visualizzare un contenuto 4D sullo schermo.

I creatori possono puntare contemporaneamente 4 telecamere da diverse angolazioni per catturare questi ologrammi, dotazione non comune ai videomaker amatoriali, oppure convertire contenuti nativi 2D o 3D, anche se la conversione del contenuto 2D è abbastanza complessa.

Il prodotto sembra promettere un grande effetto, diversamente dallo schermo olografico sul telefono Fire di Amazon, che ha offerto molto poco dal punto di vista dell’effetto visivo.

Resterà comunque un prodotto di nicchia – a meno che non accada di ricevere una SOS intergalattica dall’omonimo marchio di Leia Inc.

fonte: TechCrunch

Related posts