Google introduce Shopping Actions, la risposta ad Amazon per effettuare acquisti da qualunque canale

Come annunciato sul proprio blog ieri, Google ha deciso di sfidare Amazon nello shopping, facilitando l’acquisto dei prodotti delle maggiori catene americane attraverso i propri canali (motore di ricerca, Google Home, Assistant App e Express) grazie a Shopping Actions.

Spiega Surojit Chatterjee, Director of Product Management, Google Shopping, che, partendo dal sensibile incremento delle ricerche per chiave “dove acquistare”, salite di oltre 85% negli ultimi 2 anni, e seguendo il comportamento degli utenti, sono emerse chiaramente due tendenze:

1. il 44% di coloro che usano il proprio altoparlante attivato almeno ogni settimana afferma di utilizzare il dispositivo per ordinare i prodotti hanno bisogno di generi alimentari e articoli per la casa almeno una volta alla settimana.

2. È chiaro che le persone vogliono interazioni utili, personali e senza attriti che consentano loro di acquistare ovunque e in qualsiasi modo vogliano: prendere decisioni su cosa comprare, costruire cestini, fare il check-out più rapidamente che mai.

La semplificazione nell’acquisto nasce dal fatto che il carrello è unificato, quindi posso effettuare una ricerca sul motore Google e selezionare un prodotto, poi da Google Home con l’assistenze vocale aggiungere un altro prodotto e dal’App concludere l’acquisto, utilizzando i più diffusi metodi di pagamento integrati.

La strategia che accompagna la soluzione Shopping Actions è tesa a veicolare gli acquisti di prodotti e servizi verso le catene “brick-and-mortar” più importanti (Target, Home Depot, Ulta e altri), laddove di norma la ricerca è effettuata su Google ma l’acquisto finisce per essere completato su Amazon.

Leggi l’articolo completo sulla fonte: Google

Post correlati