Il nuovo Gmail disponibile per tutti da luglio

Dopo aver avviato l’EAP (Early Adopter Program), arriva la pianificazione per il rilascio su larga scala del nuovo Gmail che prevede l’attivazione per tutti i clienti a luglio 2018.

Le funzionalità principali sono l’offline e l’automazione che ci ricorda che dobbiamo rispondere alle mail in attesa, o inviare una mail di follow-up a chi non ha più risposto alle nostre comunicazioni, tutto grazie al motore di AI di Google.

Al momento, il nuovo Gmail è un EAP e i clienti possono scegliere di partecipare (o meno) ai livelli di dominio e unità organizzativa.

Dopo che il nuovo Gmail sarà stato lanciato su GA nel luglio 2018, gli amministratori di G Suite avranno le seguenti opzioni nella Console di amministrazione:

  1. Trasferisci immediatamente i loro utenti sul nuovo Gmail.  Per un periodo di tempo, gli utenti avranno comunque la possibilità di rinunciare (vedi sotto per maggiori dettagli).
  2. Consenti ai propri utenti di attivare il nuovo Gmail al momento della scelta. Per un periodo di tempo, gli utenti avranno comunque la possibilità di rinunciare (vedi sotto per maggiori dettagli).
  3. Attendi circa quattro settimane prima che i loro utenti possano accedere alla nuova versione di Gmail. Per un periodo di tempo, gli utenti avranno comunque la possibilità di rinunciare (vedi sotto per maggiori dettagli).

Questa è l’impostazione predefinita. Durante questo periodo di quattro settimane, gli utenti non avranno la possibilità di aderire al nuovo Gmail.

Circa otto settimane dopo l’annuncio della GA a luglio, tutti gli utenti che non sono ancora passati al nuovo Gmail verranno migrati automaticamente alla nuova esperienza. Avranno la possibilità di rinunciare al nuovo Gmail per altre quattro settimane.

Opzione di disattivazione rimossa 12 settimane dopo GA

Circa 12 settimane dopo l’annuncio della GA a luglio, tutti gli utenti che hanno disattivato la nuova versione di Gmail verranno migrati automaticamente alla nuova esperienza, senza possibilità di rinunciare. Gli utenti che sono già passati al nuovo Gmail perderanno la possibilità di rinunciare.

Per maggiori informazioni, leggi l’articolo alla fonte: Google

Post correlati