Il tuo viaggio nella Digital Transformation (lungo mille miglia) inizia con questi cinque passaggi

Interessante articolo di Eric Berg (Chief Product Officer di Okta) dedicato alle fasi di implementazione di un progetto di Digital Transformation che focalizza i passaggi più importanti per portare a termine con successo il piano operativo.

Ogni azienda sta sviluppando o eseguendo un piano di trasformazione digitale oggi.

Come termine, è quasi nebuloso quanto onnipresente perché ciò che copre è così ampio: è il modo in cui le aziende si avvicinano apportando cambiamenti fondamentali sia alle infrastrutture di back-end che alle esperienze orientate al cliente per aumentare la loro competitività.

I componenti di una trasformazione digitale variano dall’implementazione dei microservizi all’avvio di un’app mobile personalizzata fino alla creazione di un nuovo marchio. Ma mentre i benefici sono chiari per le aziende più avanti nel viaggio, il processo per arrivarci è meno.

Secondo Forrester, “il 60% dei dirigenti ritiene di essere indietro nei propri sforzi di trasformazione digitale”. Il segreto? Costruire più rapporti diretti con il cliente. Sì, è più facile a dirsi che a farsi. Ma se vuoi competere con i diversi “Amazon” del mondo, devi offrire esperienze personalizzate senza soluzione di continuità per soddisfare le crescenti aspettative dei tuoi clienti. Ecco cinque passaggi che ho visto abbracciare le aziende di successo per iniziare:

1. Stabilisci relazioni personali con i clienti

Non puoi stabilire una relazione diretta con un cliente se non sai chi sono. Con un’economia sempre più globale e un maggior numero di aziende che passano al digitale, molte organizzazioni mancano di questo fondamentale primo passo. La sfida numero 1 dei dirigenti (il 71% di essi, infatti) nella trasformazione digitale è la comprensione del comportamento o dell’impatto di un cliente.

MGM Grand Resorts International (completa divulgazione: MGM, Advent e Pitney Bowes sono tutti clienti di Okta) è stato sfidato a gestire un complesso ambiente tecnico che comprendeva dispositivi personali, chioschi, macchine aziendali e applicazioni acquistate in casa – tutte ospitate in un grande infrastruttura locale on-premise.

Il suo team ha trovato il modo di utilizzare la tecnologia per migliorare la propria infrastruttura e l’esperienza del cliente, spostando sia il proprio IT interno sia il portale MLife rivolto ai clienti sui sistemi in cloud. L’effetto finale è stato che MGM ha consolidato i suoi servizi in modo sicuro e offerto una visione unitaria in tutte le sue esperienze, rendendo ogni visita al suo sito più facile e più piacevole per il cliente.

2. Non essere il prossimo Equifax: prendi seriamente la sicurezza

Con i grandi dati si è soggetto ad una grande responsabilità, quindi tieni i tuoi clienti protetti. Mentre offri nuove, incredibili esperienze digitali come notifiche push basate sulla posizione per le vendite mobili, uno strumento di chat integrato per l’assistenza clienti o un flusso onboarding semplificato per i nuovi clienti, gestisci inevitabilmente dati più sensibili e metti il ​​tuo marchio su livelli più elevati rischio.

Con più in gioco, il 69% dei dirigenti sta rivalutando come dovrebbero avvicinarsi alla sicurezza informatica a causa della trasformazione digitale. Il numero sconcertante di violazioni dei dati che si verificano oggi (oltre 3.500 record di dati sono persi o rubati ogni minuto) indica inoltre che è troppo rischioso non pensare alla sicurezza.

Quando Advent Direct, azienda di sviluppo software Advent, ha sviluppato la sua applicazione sociale basata su cloud per i professionisti della gestione degli investimenti, Advent Direct, un approccio basato sulla sicurezza, è stato fondamentale per incoraggiare l’adozione. Sapendo che i suoi clienti gestiscono informazioni finanziarie riservate, Advent ha integrato tattiche di sicurezza sofisticate nella piattaforma, come l’autenticazione a più fattori e le policy personalizzate in base ai requisiti di ogni singola azienda. Con i loro dati protetti, i 4.500 clienti di Advent possono godersi l’esperienza digitale unica dell’applicazione a proprio agio.

3. Trasforma anche la cultura

Una trasformazione di successo include sia cambiamenti tecnologici che culturali: devi assicurarti che i tuoi team e i loro processi rispecchino le tue nuove priorità. Non è un’impresa facile: il 33% dei responsabili delle decisioni ritiene che i silos organizzativi e le pratiche di lavoro obsolete restino un ostacolo al successo della loro trasformazione digitale. Devi assicurarti che la tua soluzione digitale sia versatile e possa essere facilmente adottata dagli sviluppatori in diverse divisioni aziendali, in particolare se stai offrendo la trasformazione digitale su più piattaforme.

Il leader dell’e-commerce, Pitney Bowes, ha imparato molto su questo equilibrio, trasformando la sua attività di trasporto quasi centenaria in un leader mondiale nell’e-commerce e nei sistemi di gestione delle informazioni dei clienti. Durante la costruzione del Pitney Bowes Commerce Cloud, lanciato nel 2016, il suo team ha progettato programmi di studio attorno a settori tecnologici mirati. L’azienda ha quindi utilizzato tavole rotonde per l’innovazione a livello mondiale per costruire una catena di strumenti standard collaborativa e le migliori pratiche per concentrarsi fino in fondo sui DevOps. Di conseguenza, i team in posizioni geografiche erano più uniti e quindi meglio equipaggiati per offrire esperienze digitali senza soluzione di continuità.

4. Sii  nella scelta tra fare in casa o esternalizzare i servizi

Per ogni azienda arriva il momento di cercare di esternalizzare i servizi. Quando si tratta di trasformazione digitale, avere una conoscenza onesta di ciò che si può costruire internamente rispetto a ciò che si dovrebbe affidare a terzi è fondamentale perché è opportuno e desiderato che gli sviluppatori interni si concentrino su ciò che conta. Questa strategia è già ben consolidata nel settore, con il 92% delle imprese che utilizza o si aspetta di dover poggiare su partner specializzati esterni o di terze parti (che si tratti di un fornitore di servizi IT, fornitore di servizi cloud, data scientist, ecc.) nello sforzo per portare al successo il piano di trasformazione digitale.

Al momento di decidere cosa esternalizzare, sii consapevole di ciò che differenzia la tua attività. Se un servizio digitale non è allineato con una competenza di base, allora è meglio esternalizzare.

Uber, ad esempio, ha trasformato il settore dei trasporti in gran parte perché non ha esitato a fare affidamento su servizi esterni, come Twilio per la fornitura di testi, Braintree per elaborare pagamenti e Google Maps per il suo GPS. Piuttosto che sprecare tempo in queste componenti aziendali non indispensabili, gli sviluppatori della società possono concentrarsi sull’algoritmo e sull’interfaccia utente scorrevole che rende l’esperienza Uber eccezionale.

5. Trasforma la digitalizzazione in una priorità a livello dirigenziale e una parte di tutte le funzioni aziendali chiave

La nomina di un Chief Digital Officer per aprire la strada può essere utile a breve termine, ma alla fine, tutti i core business leader (inclusi CMO, CIO o CCO) dovrebbero pensare alla trasformazione digitale. Studi come il rapporto di Altimeter sulla trasformazione digitale mostrano che tutti i tipi di dirigenti svolgono un ruolo chiave nel guidare la trasformazione digitale. Con tutti i tuoi principali dirigenti aziendali investiti in digitale, sarà più facile comunicare la mentalità digitale alle unità aziendali chiave e garantire che tutta la tua forza lavoro sia organizzata dietro i tuoi sforzi di trasformazione digitale.

fonte: Forbes 

Immagine: Pexels

Post correlati