INVESTIRE NELL’INNOVAZIONE PER INTEGRARE TALENTI E TECNOLOGIE NEL PROPRIO BUSINESS

DAI VENTURE CAPITAL AL CORPORATE VENTURE CAPITAL L’APPUNTAMENTO E’ A SMAU MILANO

nvestimenti in innovazione per avere accesso alle ultime tecnologie, per nuovi sbocchi sul mercato, per avere talenti a portata di mano, per fare innovazione in-house, per ritorno degli investimenti, per nuove strategie: a Smau l’innovazione Made in Italy incontra più di 60 investitori internazionali.

Milano, 3 ottobre. “Nel 2015 l’attività di investimento nel mercato italiano del private equity e venture capital ha visto una crescita significativa, raggiungendo il secondo ammontare più alto di sempre, grazie anche al contributo di molti operatori internazionali che sono tornati a guardare con grande interesse alle imprese italiane –questa la fotografia scattata da AIFI sul mercato italiano del Private Equity, Venture Capital e Private Debt nel 2015 la quale prosegue con alcun dati: – Nel 2015 sono state 89 le società italiane oggetto di investimento early stage, per un totale dell’ammontare investito di 74 milioni di euro.”
Venture Capital dunque come importante opportunità per il nuovo ecosistema dell’innovazione italiano che, nella tre giorni milanese di Smau, potrà beneficiare non solo di una vetrina nazionale, ma anche di relazioni internazionali attraverso la partecipazione alla seconda edizione di Smau International, la piattaforma di primo contatto per investitori interessati ad espandere il proprio business e a trovare nuovi partner commerciali. Saranno più di 60 gli investitori internazionali presenti nella tre giorni milanese 25, 26 e 27 ottobre, che potranno incontrare le oltre 300 startup rappresentanti dell’innovazione “Made in Italy” all’interno della terza edizione di ItaliaRestartsUp, l’evento organizzato da ICE in collaborazione con ilMinistero per lo Sviluppo Economico e SMAU. Obiettivo dell’evento è quello di promuovere l’incontro tra la delegazione di investitori internazionali provenienti da oltre 20 Paesi, tra cui Germania, Inghilterra, Spagna, Francia, Svezia, Polonia, Albania, Russia, Turchia, Canada, Stati Uniti, Emirati Arabi, Israele, Singapore, India, Giappone, Korea, Hong Kong, Cina, Argentina, Brasile e Sud Africa con l’ecosistema italiano di startup, incubatori e acceleratori, fondi di investimento e agenzie regionali per lo sviluppo. Gli investitori internazionali saranno selezionati sulla base di criteri specifici: oltre all’interesse nell’investire in progetti italiani il capitale investito da ciascun soggetto dovrà superare i 10milioni di euro con un investimento medio intorno ai 500mila euro.
Non mancheranno momenti di confronto e approfondimento, workshop e incontri B2B che, dalla mattinata del 25 ottobre proseguiranno fino al pomeriggio del 26 ottobre. Dalla sessione plenaria ad un articolato calendario di workshop, dagli incontri B2B tra investitori esteri e incubatori, investitori esteri e agenzie regionali, per concludersi con quelli destinati ad avvicinare investitori esteri e startup, presentando così le opportunità dell’intero ecosistema dell’innovazione. Appuntamenti che si aggiungono a quelli destinati a investitori italiani e imprenditori che, attraverso momenti di scambio e confronto avranno l’opportunità di incontrare Partner strategici del nuovo ecosistema dell’innovazione con i quali arricchire o costruire il proprio business.
“In Italia non mancano le idee innovative e i talenti, e come abbiamo visto anche Venture Capital, si tratta di trovare il modo di avvicinarli e di creare le occasioni di incontro e dialogo. Promuovere questi incontri significa creare opportunità di business e di crescita per il nostro Paese. L’appuntamento a Smau rappresenta esattamente questa visione in cui ciascuno di noi è chiamato a contribuire con i propri strumenti per favorire l’incontro e la costruzione di nuove partnership strategiche” – afferma Anna Gervasoni, Direttore General AIFI – Associazione Italiana del Private Equity, Venture Capital e Private Debt che insieme a KPMG presenterà VentureUp la piattaforma virtuale di incontro tra venture capital e startup con l’obiettivo di creare nuove opportunità all’interno dell’ecosistema. Sempre destinata all’incontro di investitori e startup è l’appuntamento in Smau di Intesa Sanpaolo con Intesa Sanpaolo Startup Initiative “Un palcoscenico per 7 tra le più promettenti startup Digital & Mobile italiane, selezionate e formate tramite la piattaforma di accelerazione del Gruppo Intesa Sanpaolo che potranno presentarsi ad un pubblico di imprese, investitori e protagonisti dell’ecosistema dell’innovazione nazionale e internazionale coinvolti da Smau. Un’occasione per gli investitori che avranno di fronte startup di qualità, che hanno già raggiunto i primi successi e che sono state selezionate da operatori professionali e con cui costruire partnership. Una sinergia, quella con Smau che ci porta a perseguire il comune obiettivo di offrire nuove opportunità e strumenti agli investitori, presentare le startup al mercato e creare relazioni sempre più efficaci a favore dello sviluppo economico”. Afferma Andrea Contri, Head of Tech Supply & Matchmaking – Enterprise Innovation di Intesa Sanpaolo.

E sempre con l’obiettivo di avvicinare le startup al mercato e fare conoscere realtà di qualità dopo avere concluso un percorso di accelerazione è l’obiettivo di H-Farm con l’H-Farm Startup Day, evento in cui le startup dei percorsi di accelerazione Fashion & Retail Accelerator in collaborazione con Cisco e del WELLNESS ACCELERATOR powered by Technogym “A Smau presenteremo le nostre startup che hanno concluso il percorso di accelerazione che le ha viste crescere e lavorare duramente per trasformare la loro idea in un prodotto pronto per il mercato. L’H-Farm startup Day a Smau sarà per loro un momento importante di incontro con il mercato nazionale e internazionale e con l’ecosistema dell’innovazione: un nuovo passo in avanti nel loro percorso di crescita”, afferma Riccardo Donadon, fondatore di H-Farm.
Open Innovation come opportunità di crescita e di nuovo business che, oltre alla visione internazionale offrirà spunti e approfondimenti alle imprese italiane attraverso una serie di iniziative e appuntamenti tra cui il Primo Osservatorio sull’Open Innovation realizzato da Assolombarda, Italia Startup e Smau, in partnership con The European House Ambrosetti e Cerved,che verrà presentato in anteprima il pomeriggio del 25 ottobre a Smau Milano. Una guida dettagliata all’uso di strategie e opportunità dell’Open Innovation nella quale vengono spiegati obiettivi, approcci, strumenti, metodologie e partner strategici. E in cui oltre al Venture Capital come grande opportunità di crescita per le Startup si presenta il Corporate Venture Capital, quasi come un ramo del Venture Capital in cui è l’azienda ad investire in modo diretto in startup, non solo a fini finanziari ma anche strategici e industriali, con l’obiettivo di nuove aperture di mercato.

Related posts