La startup canadese Mojio ottiene 30 milioni di dollari di fondi per la sua soluzione di connected-car

La startup canadese di veicoli connessi Mojio è riuscita a ottenere un totale di 30 milioni di dollari nel round di finanziamento della serie B guidato da Kensington Capital.

Mojio, la cui soluzione per veicoli collegati aiuta a trasformare qualsiasi automobile in una connessa, prevede di utilizzare i finanziamenti per accelerare lo sviluppo delle proprie soluzioni per il settore automotive ed espandersi a livello globale. Il dispositivo Mojio supportato da sette operatori wireless funziona attualmente in cinque nazioni.

Secondo il CEO dell’azienda Kenny Hawk, finora Mojio ha trasformato 500.000 veicoli in veicoli connessi a livello globale.

“Le persone non vogliono aspettare neanche la loro prossima automobile  per accedere alle preziose funzioni di sicurezza e sicurezza, figuriamoci altri 10 o 15 anni per la promessa di auto a guida autonoma”, afferma Hawk.

“Ma sono disposti a spendere da 10 a 15 dollari al mese per accedere a dati concreti e reali che consentano decisioni più intelligenti in merito alla sicurezza della famiglia, al comportamento di guida, alla manutenzione dei veicoli e che offra un hotspot Wi-Fi senza problemi che non scarica il tuo smartphone. ”

Mojio è l’unica azienda ad aver ricevuto un investimento da 100 milioni di dollari dal BC Tech Fund, lanciato nel 2016 e gestito da Kensington Capital. L’importo del finanziamento, tuttavia, rimane segreto.

Per saperne di più su Mojio

fonte: IoTTechNews

Post correlati