L’ITALIA CHE INNOVA HA FATTO TAPPA A SMAU

smau-ict-milano-2016

Specchio di un mercato che vede il settore IT uscire dalla crisi e crescere del +3.1%*, guidato dalla trasformazione digitale delle imprese, l’appena conclusa edizione di Smau Milano ha riunito in tre giorni, dal 25 al 27 ottobre, i principali protagonisti dell’innovazione del Paese, facendo emergere il fenomeno sempre più diffuso dell’Open Innovation che oggi vede già 5.149 imprese investire in startup*. Tra i temi centrali l’innovazione al servizio di settori strategici della nostra economia come il Turismo, il Commercio, il Manifatturiero, la Sanità, l’Agrifood e l’innovazione per le Smart Communities.

Milano 4 novembre. Tra gli spazi della 53ma edizione di Smau, nelle 15 Sale e Arene del padiglione dove si sono susseguiti a ritmo continuo più di 300 workshop, il fermento è stato palpabile e si è concretizzato in una crescita del pubblico di imprese e pubbliche amministrazioni per un totale di oltre 32.000 visitatori. “La crescita della partecipazione di imprenditori e decisori aziendali è il dato più rilevante – ha commentato Pierantonio Macola, Presidente di Smau – perché sono proprio le imprese che sono chiamate ad attingere all’offerta di innovazione che Smau ha messo a loro disposizione e a trasformarla in economia reale: posti di lavoro, fatturato ed export.”

 

Un’innovazione raccontata con il linguaggio dell’imprenditore attraverso 49 casi concreti di imprese italiane e multinazionali che hanno condiviso all’interno dei 15 Smau Live Show i loro progetti e le loro strategie di trasformazione digitale, tra cui, per citarne alcune Abarth con il simulatore virtuale del 124 Spider, Autostrade per l’Italia con il servizio wifi ad accesso libero nelle aree di servizio, ed ancora AXA Assistance con il servizio Digital Assistance da remoto per i device tecnologici, Barilla con il progetto Design Thinking, che implica un nuovo approccio allo sviluppo dei prodotti, Ducati con il progetto Ducati Communication System, il nuovo sistema per comunicare con i concessionari, Granarolo con la sua piattaforma per i canali di vendita in ottica Omnichannel per la pianificazione strategica del business, Radio Kiss Kiss per la strategia di comunicazione multicanale adottata dalla radio, l’Oréal con il progetto Salon Emotion 2.0 in cui la tecnologia entra nel mondo della bellezza con una proposta di “salone digitale”, Tenaris Dalmine con il portale on line per semplificare la gestione delle richieste di documentazione riguardante l’amministrazione del personale, TNT con il servizio Pre-Delivery Message per comunicare con il corriere e ricevere il proprio pacco quando e dove si vuole, Mondadori Retail, con il progetto che ha puntato a valorizzare la rete di 600 negozi in tutta Italia connettendola con le piattaforme web e i social e molti altri, ciascuno con il proprio progetto di innovazione.

 

Quella di quest’anno è stata anche l’edizione che ha definitivamente affermato la dinamica dell’Open Innovation come modalità attraverso cui le imprese innovano e acquisiscono competenze attraverso il supporto di partner esterni, startup in primis. Sempre più imprese ne riconoscono il valore: secondo i dati del primo Osservatorio sui modelli italiani di Open Innovation e di Corporate Venture Capital, promosso da Assolombarda, Italia Startup e Smau in partnership con Ambrosetti e Cerved, sono infatti 5.149 quelle che investono in startup e nel 59% dei casi lo fa al di fuori dei propri confini regionali.

 

E’ proprio alla creazione di un mercato nazionale e internazionale dell’innovazione che ha puntato questa 53ma edizione di Smau attraverso iniziative come “Italia RestartsUp 2016: meet the Italian Innovative Ecosystem” l’evento a cura di ICE in collaborazione con il Ministero dello Sviluppo Economico e con Smau che ha fatto incontrare 93 startup italiane, 27 investitori italiani, 45 investitori internazionali provenienti dai seguenti paesi: Albania, Regno Unito, Francia, Sud Africa, Hong Kong, Emirati Arabi, Singapore, Israele, Polonia, Germania, Canada, Russia, India, Corea del Sud, Spagna, Danimarca, Lettonia, Turchia, Cina, USA, Qatar, Svizzera, per un totale di 470 incontri b2b con startup italiane e 240 meeting con incubatori e acceleratori. Sempre con l’obiettivo di favorire l’incontro tra domanda e offerta di innovazione all’interno di settori come il commercio e turismo, l’ICT, le smart communities e la fabbrica 4.0 si sono svolti i Corporate Meeting, incontri tematici di 50 minuti in cui le imprese per tre minuti ciascuna si sono presentate ad altre Imprese con l’obiettivo di fissare incontri B2B nei quali valutare obiettivi e opportunità di collaborazione.

 

Di prodotti e soluzioni, sia nell’area espositiva che negli eventi dei tre giorni, si è parlato con il nuovo ecosistema dell’innovazione proveniente dalle regioni italiane più attive nel favorire la crescita e lo sviluppo di attività imprenditoriali innovative, tra cui Regione Lombardia, Regione Liguria, Regione Emilia-Romagna, Regione Marche, Regione Campania, Regione Basilicata e Regione Calabria. Non solo startup innovative, ma acceleratori e incubatori, questi ultimi attori strategici di questo cambiamento che, se da una parte possono aiutare e accelerare il processo di crescita della startup, dall’altra possono diventare il punto di riferimento nel quale trovare l’innovazione strategica utile per far crescere la propria azienda. Ed è con questo obiettivo che si è svolta l’ Intesa Sanpaolo StartUp Initiative Digital & Mobile B2B, l’investment forum organizzato da Intesa Sanpaolo, dedicato a imprese, investitori e operatori dell’ecosistema dell’innovazione. Non solo innovazione di prossimità territoriale, ma specializzazione delle competenze a cui affidarsi per innovare il proprio Business.

 

Ecco quindi che l’offerta di innovazione e la partecipazione dei grandi player del digital si è concentrata su tematiche specifiche come la Fabbrica 4.0, il Commercio e Turismo su cui si è concentrata l’offerta di Vodafone che ha presentato le nuove soluzioni Ready Business dedicate a PMI e ai professionisti che vogliono innovare la propria attività attraverso applicazioni digitali personalizzate a seconda del mercato di appartenenza. In particolare, l’evento è stata l’occasione per toccare con mano le soluzioni Vodafone Ready Business Hotel e Vodafone Ready Business Retail pensate rispettivamente per il settore turistico alberghiero e per il mondo Retail. Al servizio di città sempre più smart sono dedicate le soluzioni di Europcar che a Smau ha presentato, nell’ambito dello Smau Live Show dedicato alla Mobility, Europcar Lab. Il Lab con il suo approccio improntato alla ricerca proattiva di soluzioni innovative di mobilità, grazie anche ad investimenti strategici sul mercato, ha l’obiettivo di ideare e lanciare prodotti all’avanguardia che rispondano alle esigenze in continua evoluzione dei cittadini. Mentre sul tema della Fatturazione Elettronica e Gestione Documentale a Smau si è assistito alla presentazione delle soluzioni di Consorzio CBI e di Digital Business Evolution, l’iniziativa proposta da Menocarta.net e TeamSystem nell’ambito dell’innovazione dei servizi digitali. In particolare l’attenzione è stata incentrata sulla fatturazione elettronica B2B, in vista dell’introduzione in Italia a partire dal 1° gennaio 2017 (D. Lsg. 127/2015) La sinergia TeamSystem – Menocarta.net ha come obiettivo la definizione di nuovi approcci per le imprese, come per il mondo professionale, nell’ambito della gestione dei processi di fatturazione elettronica, delle dinamiche di interoperabilità e di integrazione con la supply-chain e della relativa compliance rispetto all’evoluzione normativa in corso. Mobilità sostenibile, Fabbrica 4.0, Innovazione per il settore dell’Agrifood e per le Smart Communities sono stati i temi con i quali si è discusso con Cisco. Con Cisco si è inoltre parlato di Smart working e di nuove architetture tecnologiche attraverso due workshop dedicati ai professionisti dell’ICT in Arena Smau ICT. Non sono poi mancati prodotti e soluzioni più trasversali, rivolti a imprese di diversi settori come le soluzioni di Cloud Hosting di Aruba Business. Allo stand di Aruba Cloud invece è stato presentato “We START You Up” (www.cloud.it), un programma della durata di tre anni rivolto alle startup più innovative e suddiviso nelle sezioni Training, START, Pitch Day e UP. Avaya ha presentato la nuova release 10 di Avaya IP Office, soluzione di punta specifica per il segmento PMI, e, insieme ai 2 partner, Fiore e Datapoint, le sue soluzioni UC, Cloud/Cloud Ibrido, Contact Center e Networking. Avaya è stata inoltre protagonista dello Smau Live Show dedicato alle Smart Comminities. Incentrata sul cloud computing anche l’offerta di Clouditalia Telecomunicazioni che a Smau ha ospitato il suo primo hackathon “App your choice”, rivolto a sviluppatori, web designer ed esperti di marketing e ICT. I team partecipanti sono stati messi alla prova nell’ideazione di un’applicazione intuitiva per aiutare i consumatori a individuare, ogni giorno, le offerte più vantaggiose e il prodotto più adatto alle proprie esigenze. Il team vincitore dell’hackathon, che ha ricevuto in premio 3 ipad mini 4, è stato MOONcloud per il progetto CloudIT Planner. Clouditalia è stata inoltre protagonista dello Smau Live Show dedicato all’innovazione nei servizi. E di cloud computing si è parlato anche con Seeweb, azienda leader nei servizi di Cloud Computing, Hosting e Datacenter che a Smau ha presentato i propri prodotti e servizi in ambito SaaS, IaaS e PaaS e soluzioni di hosting condiviso, server dedicato, streaming e colocation. L’azienda ha tenuto anche tre workshop dedicati al mondo dei professionisti IT all’interno dell’Arena Smau ICT. Grande interesse anche per le soluzioni presentate da Hewlett Packard Enterprise. All’interno di un’area espositiva dedicata ai system integrator partner e ai Service Provider, è stato possibile approfondire le diverse tecnologie presentate dall’azienda: dalle macchine convergenti ai sistemi di storage, ad HPE Synergy, la prima piattaforma al mondo per l’infrastruttura componibile. Hewlett Packard Enterprise è stata anche protagonista degli Smau Live Show dedicati alla Smart Mobility e alla Fabbrica 4.0. Tra gli stand presente anche Edisoftware che ha presentato importanti novità che riguardano l’utilizzo dei gestionali in Cloud e in mobilità grazie ai Servizi On line. E’ stata inoltre presentata OndaCRM un APP nativa per i mondi Android e IOS. Epson, nell’ambito della stampa inkjet in ufficio, ha proposto le soluzioni della gamma WorkForce Pro RIPS, dotate di sacche di inchiostro per stampare fino a 75.000 pagine senza sostituire i consumabili: ideale per aziende di dimensioni medio-grandi con un parco stampanti importante. Per le piccole e medie imprese, Epson ha presentato il programma a costo copia Print365, caratterizzato da pacchetti all-inclusive a una tariffa fissa mensile conveniente in base ai volumi di stampa. Epson è stata anche protagonista dello Smau Live Show dedicato alla Fabbrica 4.0 in programma il 26 ottobre. Microsoft, con “Accelerate Your Business” ha raccontato le sue soluzioni per il nuovo modo di lavorare e, nell’ambito di SMAU ICT, ha proposto due workshop dedicati. Il primo workshop ha approfondito Xamarin e la possibilità di sviluppare applicazioni native multipiattaforma, in maniera semplice e veloce, il secondo ha raccontato il supereroe della tecnologia e della sicurezza, Windows 10. Microsoft è stata inoltre protagonista di due Smau Live Show dedicati alla Fabbrica 4.0, in programma il 25 ottobre e il 27 ottobre. Facilitare la ricerca di nuovi clienti, incrementare il numero di opportunità qualificate di vendita ed agevolarne la gestione, migliorando allo stesso tempo le performance di vendita attraverso il canale mobile è quanto si propone di offrire la soluzione CRM di Salesforce presentata a Smau. Presente anche SAP con SAP Business One, la soluzione completa, innovativa e sviluppata specificatamente per le PMI che permette di gestire con un unico sistema integrato contabilità, acquisti, produzione, magazzino, vendite, reportistica e processi autorizzativi. Tra i partner di Smau anche TIM che ha presentato la nuova piattaforma TIM OPEN, la nuova piattaforma business “open” che permette alle startup e agli sviluppatori di creare la propria applicazione cloud e renderla subito disponibile alle imprese Italiane tramite i canali distributivi di TIM (marketplace Nuvola Store e agenti commerciali). TIM è stata anche protagonista di due Smau Live Show dedicati al tema dell’innovazione e alle tecnologie e servizi per la Mobilità.

 

Dopo la tappa di Milano, Smau si prepara alla tappa conclusiva del Roadshow 2016 in programma a Napoli il 15 e 16 dicembre alla Mostra d’Oltremare.

– See more at: http://www.smau.it/news/litalia-che-innova-ha-fatto-tappa-a-smau#sthash.i9XAt6D4.dpuf