M2MLab, tutto l’Internet delle Cose in una SIM

Con la costante crescita del settore IoT aumentano anche gli ambiti in cui è possibile fornire servizi “smart”, ma questo comporta anche una crescente domanda di connettività anche in aree remote o poco accessibili che per loro natura non dispongono di infrastrutture terrestri. Noitel Italia, partner di Eutelsat Broadband – principale carrier satellitare europeo – offre in questo ambito ai propri clienti sia la tecnologia satellitare tramite Noi Sat, consentendo così lo sviluppo del settore nonostante eventuali digital divide, sia un servizio innovativo basato sull’uso di SIM in ambito M2M, con M2MLab.

Ogni dispositivo infatti può essere collegato a Internet mediante SIM e poi gestito tramite le soluzioni cloud M2M di Noitel a prescindere da dove ci si trovi e da quale dispositivo si stia usando.

Noitel infatti è Autonomous System e gestisce quindi l’autenticazione dei propri clienti in autonomia. Per l’azienda è quindi possibile fornire IP statici pubblici alle tecnologia Machine 2 Machine, utilizzando addirittura lo stesso IP per più connessioni di diversa tecnologia assegnate ad un unico cliente.

In questo modo è possibile realizzare il proprio progetto IoT connettendo in rete persone, oggetti e processi e attivando anche soluzioni on demand al verificarsi di determinati eventi. Una soluzione che può funzionare in tutto il mondo, consentendo ai dispositivi di connettersi in pochi secondi e trasmettere dati ovunque, senza limiti. M2MLab inoltre è conveniente, perché consente di avere anche profili tariffari su misura con possibilità anche di personalizzare il traffico dati con APN dedicati, in modo che i dispositivi che utilizzano meno banda dati paghino per quanto consumano effettivamente.

Gli ambiti d’uso sono quelli ben noti: la soluzione M2MLab infatti può essere utilizzata in sistemi di allarme e antifurti, impianti di monitoraggio ambientale, contatori di energia elettrica e gas, ascensori e sistemi di controllo edifici, ma anche parcometri, rilevatori di accessi e presenze, monitoraggio di dispositivi di controllo medico e addirittura sistemi di geolocalizzazione sia per oggetti che ad esempio per i nostri amici a quattro zampe: M2MLab infatti può integrare le proprie SIM in una serie di dispositivi personalizzati, come ad esempio un collare, che consentono di conoscere sempre la posizione dell’oggetto, dell’animale o di qualsiasi altra cosa di nostra scelta, eventualmente impostando anche un perimetro di sicurezza, superato il quale si viene avvisati con un alert.

Lo starter kit, che comprende tre SIM con 120MB di traffico dati al mese per 3 mesi Italia/Europa, 90 SMS/mese per 3 mesi, accesso alla Piattaforma 4.0 e 90 giorni di servizio incluso costa appena 150 euro.

fonte: Toms Hardware

Post correlati