Michela Giuffrida, deputato del Parlamento Europeo, invita i politici ad utilizzare la banda larga via satellite per colmare subito il Digital Divide nelle aree rurali

ka-sat
Trattiamo alcuni aspetti della connettività satellitare di cui è stato dibattito in un incontro tenutosi nei giorni passati in cui sono stati evidenziati svariati punti circa il digital divide.

Ancora oggi, 6 milioni di famiglie nell’Unione Europea non possono accedere ad internet a banda larga attraverso i tradizionali servizi di connettività terrestre, e un terzo degli abbonamenti ad internet nell’Unione Europea viaggia ad una velocità inferiore a 10 Mbps*: l’evento “Digital Divide nelle aree rurali: le soluzioni per la banda larga” è stato organizzato per evidenziare che il satellite può rendere immediatamente disponibile una velocità di accesso fino a 22 Mbps alle abitazioni situate nelle aree rurali. Verrà inoltre spiegato come alcune regioni stiano utilizzando con successo i fondi europei e la connettività via satellite per collegare i residenti in aree a bassa densità di popolazione e in altre aree non servite attraverso sistemi di contributi per l’accesso della banda larga, con conseguenti benefici nei settori della Comunicazione, della Pubblica Istruzione, della Sanità e all’economia locale in generale. Attraverso questi schemi, i residenti in aree in Digital Divide hanno diritto ad un buono d’acquisto che copre i costi iniziali di installazione e connessione ad Internet; il voucher può essere utilizzato con diversi fornitori, scelta che assicura la competitività del mercato.

Il deputato europeo Michela Giuffrida ha dichiarato: “A fronte di un numero così elevato di aree rurali ancora prive di accesso alla banda larga, ho voluto riunire i principali soggetti europei, nazionali e regionali per far conoscere alcune soluzioni efficaci già adottate e per dibattere su come riprodurre in altre aree il sistema dei vouchers per la tecnologia satellitare attraverso un uso efficace dei finanziamenti europei che abbiamo a disposizione oggi.”
“Lo schema basato su vouchers, adottato nel dipartimento dell’Eure-et-Loir in Francia, in Galizia in Spagna e in Piemonte, ha già dimostrato di essere efficace per superare l’ostacolo iniziale rappresentato dal costo dell’impianto e dell’allacciamento, e ha fornito anche un esempio di come sia possibile utilizzare in modo estremante efficace i fondi pubblici,” ha commentato Jean-Francois Bureau, direttore degli affari istituzionali e internazionali di Eutelsat. “Siamo fiduciosi che eventi come quello odierno siano di incoraggiamento e dimostrino ad altre regioni europee come poter collegare alla banda larga attraverso la tecnologia satellitare – in particolare attraverso il servizio Tooway™ di Eutelsat, già disponibile oggi in tutta Europa – tutti i cittadini privi di accesso.” – See more at: http://www.eutelsat.it/highlights/michela-giuffrida-deputato-del-parlamento-europeo-invita-i-politici-ad-utilizzare-la-banda-larga-via-satellite-per-colmare-subito-il-digital-divide-nelle-aree-rurali/#hideIFrame

Lascia un commento