Noitel Italia a IOThings Rome presenta il progetto “QuandoPassa” per l’infomobilità

In occasione dell’evento IOThings Rome (21-22 novembre 2017), Noitel Italia ha presentato il progetto di infomobilità denominato “QuandoPassa”, adottato anche dall’azienda di trasporti del comune di Latina per incentivare l’utilizzo dei mezzi pubblici, realizzata in collaborazione con l’Università La Sapienza di Roma.

Il progetto è diventato operativo con i servizi di Noitel Italia, operatore mobile virtuale specializzato in servizi M2M per il mercato IoT (Internet of Things), che ha fornito alla startup il sistema di comunicazione mobile e la piattaforma Machine to Machine (M2M) per gestire l’intero parco di SIM inserite nei dispositivi a bordo degli autobus per la geolocalizzazione del mezzo e trasmissione delle informazioni di viaggio.

La piattaforma M2MLab di Noitel Italia consente di controllare da un unico pannello tutto il portafoglio di SIM Card (disponibili anche con IP fisso) e dispositivi connessi, accedere a statistiche sui consumi, report analitici, attivazioni e disattivazioni, attingendo da un solo basket di credito precaricato.

Tra i servizi previsti dalla nuova applicazione IoT a vantaggio dei cittadini, più di 1.000 “paline intelligenti” in grado di fornire i tempi di arrivo degli autobus con una precisione di oltre il 95%, la possibilità di seguire in tempo reale la posizione del veicolo sul proprio smartphone o di ricevere un avviso quando l’autobus si sta avvicinando alla fermata, in modo da poterlo aspettare dove si preferisce senza perdere tempo.

I dati forniti da QuandoPassa.it sono trasmessi in tempo reale a differenza di quanto avviene per altre app disponibili sul mercato che hanno tempi di aggiornamento variabili e forniscono stime di passaggio approssimative. QuandoPassa.it è l’unico sistema di infomobilità sul mercato a fornire un servizio completo e chiavi in mano: oltre all’interfaccia utente, infatti, esso fornisce il software necessario a calcolare le previsioni di attesa alle fermate e tutta l’attrezzatura AVM (l’hardware da installare sui singoli autobus).

L’applicazione permette, inoltre, alle amministrazioni comunali di monitorare costantemente la qualità del trasporto pubblico, allo scopo di limitare gli sprechi ed eliminare la malagestione ottimizzando costi e migliorando la qualità del servizio pubblico.

fonte: Redazione / mvnonews

Post correlati