Nuove misure a favore di start-up e incubatori

leggeGaranzie più facili e convenienti per start-up innovative e incubatori certificati, così come definiti dal decreto legge 179/2012. L’entrata in vigore dei criteri e delle modalità semplificati di accesso al Fondo di garanzia è stata comunicata dalla circolare di MCC n. 652 del 26 luglio 2013.

L’intervento del Fondo è previso per tutte le tipologie di operazione, senza valutazione dei dati di bilancio del soggetto beneficiario, a titolo gratuito e con priorità di istruttoria. Inoltre, l’importo massimo garantito è pari a 2,5 milioni di euro, la misura della garanzia diretta è pari all’80 per cento, al pari di quella della controgaranzia (a condizione che la garanzia in prima istanza di confidi o altri fondi non superi l’80 per cento).

Le imprese innovative e gli incubatori che intendono accedere alle operazioni di garanzia devono innanzitutto acquisire la dichiarazione di iscrizione alla sezione speciale del Registro delle imprese, istituita con il decreto sviluppo 2.0 (Dl 179/2012). In aggiunta, l’operazione non deve essere assistita da garanzie diverse da quelle del Fondo.

Qualora manchi la dichiarazione di iscrizione nella sezione speciale o vengano acquisite ulteriori garanzie rimangono in vigore le modalità ordinarie. Nel secondo caso, però, è fatta salva la gratuità dell’intervento.
01net.it

Post correlati

Leave a Comment