GLi Stati Uniti spingono verso la Net Neutrality

La conferma, dopo le prime indiscrezioni di inizio settimana, arriva dallo stesso Tom Wheeler, presidente della FCC, la Federal Communications Commission americana: entro questo mese negli Stati Uniti si arriverà all’approvazione di regole molto stringenti, con l’obiettivo di rafforzare le politiche di net neutrality. Se approvate, le nuove regole garantiranno che tutto il traffico in rete sia trattato ugualmente, evitando che a qualcuno, nella fattispecie i siti “più ricchi”, sia consentito di utilizzare corsie veloci, restringendo di fatto lo spazio per le startup che risulterebbero relegate ai margini. Rispetto ad…

Leggi ancora

La Net Neutrality è in pericolo?

Partiamo da un dato: le infrastrutture attuali non sono più sufficienti a reggere il carico del traffico di Internet. E’ quindi necessario ammodernare le reti e fare nuovi investimenti per garantire l’efficienza di quelle attuali. Bene, ma chi paga? Visto che i soldi pubblici sono pochi e non possono essere spesi per aziende in larga parte privatizzate, le società di telecomunicazioni  premono affinché siano gli “Over The Top” (Google, Facebook, Netflix) a farlo. E come? Misurando il consumo di banda e assicurando a chi lo paga delle corsie preferenziali. Per…

Leggi ancora