Dati criptati standard su tutti i prossimi Android

La nuova versione del sistema operativo per smartphone e tablet Android adotterà come default il criptaggio dei dati degli utenti. Lo ha annunciato Google, l’azienda ‘madre’ del sistema operativo più diffuso al mondo. Anche Apple, con il suo iOs 8 rilasciato ieri, prevede una funzione simile. È di fatto una nuova barriera per le forze di polizia e di intelligence, che non potranno così ottenere accesso ai dati personali presenti sullo smartphone.  Quanto accaduto col famigerato programma Prism della Nsa, quello che ha scatenato il datagate, sarà dunque solo un…

Leggi ancora

Google paga per chiudere l’affaire cookie

Google verserà la somma di 17 milioni di dollari nelle casse di 37 stati americani. L’accordo appena siglato permette al colosso fondato da Larry Page e Sergey Brin di chiudere un caso piuttosto scomodo: Google era infatti accusata di aver “dribblato” le impostazioni sulla privacy del browser Safari provocando la creazione, sui sistemi e sui dispositivi degli utenti (in primis iPhone ed iPad), di cookie traccianti utilizzati per monitorare abitudini e preferenze dei “navigatori”. Google non ha ammesso alcuna colpa ma ha comunque preferito versare i 17 milioni di dollari…

Leggi ancora

“Violate le chiavi più segrete del web”: controlli su conti correnti e transazioni

IL LUCCHETTO è spezzato. La sicurezza è finita. L’home banking, gli acquisti online, le comunicazioni riservate, le reti intranet, insomma, tutto ciò che, sulla rete, fino a ieri veniva ritenuto “sicuro”, da oggi non lo è più. E’ questa la notizia che, coperta dal clamore un po’ confuso del datagate, sta rivoluzionando, in queste ore, lo scenario del web. E quindi del pianeta. Il simbolo, il certificato di morte sulle “comunicazioni protette”, è il sorriso beffardo di un emoticon: due punti, chiusa parentesi. La faccina è disegnata insolitamente a penna…

Leggi ancora

Sotto attacco le mail del Movimento 5 Stelle

Inizialmente liquidata come una “bufala“, l’azione di un sedicente gruppo di hacker italiano è stata confermata dai due cittadini-onorevoli del MoVimento 5 Stelle – Giulia Sarti e Stefano Vignaroli – che con un videomessaggio pubblicato su YouTube hanno dovuto dare atto della violazione dei rispettivi account di posta elettronica e della pubblicazione online del loro contenuto. Sorvoliamo, questa volta, sull’utilizzo improprio del termine hacker anche da parte dei protagonisti: hacker è colui che sfrutta le proprie capacità per esplorare, divertirsi, apprendere, senza creare reali danni; il cracker, invece, a come…

Leggi ancora

Account Skype incancellabili: si muove il Garante Privacy

Tutto è partito dalla segnalazione di un utente che lamentava l'impossibilità di cancellare il suo account Skype. Così, il Garante per la protezione dei dati personali è sceso in campo per richiedere direttamente spiegazioni alla società sviluppatrice dell'omonimo software per la messaggistica istantanea, l'effettuazione di chiamate VoIP e videoconferenze. Tra le domande frequenti (FAQ) pubblicate sul sito web ufficiale di Skype c'è il seguente quesito: “Posso eliminare il mio account Skype?“. La risposta fornita dall'azienda, adesso di proprietà di Microsoft, è la seguente: “una volta creato, non è possibile eliminare…

Leggi ancora

Cookie e Privacy: il Garante sceglie la consultazione pubblica

L'ufficio del Garante per la protezione dei dati personali ha pubblicato quest'oggi una nota con la quale vengono informati i cittadini circa l'avvio di una consultazione pubblica diretta a tutti i gestori – grandi e piccoli – dei siti web e alle associazioni dei consumatori con l'obiettivo di acquisire contributi e suggerimenti sul tema dei “cookie”. L'autorità presieduta da Antonello Soro sembra quindi determinata a lavorare su una serie di prescrizioni aventi come scopo quello, in primo luogo, di rendere più consapevole l'utente e di evitare che le informazioni sulle…

Leggi ancora

Internet Explorer 10 non traccia gli utenti. E le aziende insorgono

Si è sollevato un vero e proprio polverone attorno alla decisione di Microsoft di abbracciare in Internet Explorer 10 la cosiddetta funzionalità Do Not Track che, lo ricordiamo, consente agli utenti di esprimere il diniego alla raccolta di dati durante la navigazione in Rete. Spuntando un’apposita opzione disponibile nel pannello di controllo dei browser compatibili, l’utente aggiunge un campo ad ogni richiesta HTTP trasmessa verso qualunque server web. Tale intestazione addizionale consente di richiedere ai sistemi remoti che non venga ad esempio fatto uso di cookie capaci, ad esempio, di…

Leggi ancora

YouTube permetterà di oscurare i volti

  YouTube ha un ruolo fondamentale per la diffusione in Rete delle proprie idee, soprattutto quando queste non rispecchiano le disposizioni dei tanti regimi autoritari che tutt’oggi restano al potere in molte nazioni del pianeta. Esprimere liberamente le proprie opinioni, senza il timore di ritorsioni, è il sale della democrazia. Per questo motivo, i tecnici di YouTube hanno deciso di estendere l’insieme di funzionalità per la post-produzione dei video caricati online aggiungendo un pratico strumento che, con un semplice clic, dà modo di oscurare qualunque volto. Grazie alla nuova funzionalità,…

Leggi ancora