WhatsApp ha lanciato la funzione (in beta) di invio denaro da persona a persona in India

WhatsApp ha iniziato a testare una nuova funzione di pagamento in India che consentirà alle persone di inviare denaro ad altri utenti di WhatsApp, con esclusione degli account “merchant”. La funzione è attualmente in beta, secondo fonti che hanno familiarità con i piani dell’azienda, ma non è stata annunciata pubblicamente perché non è ampiamente disponibile in questo momento.

La società ha lavorato per un certo periodo a supporto di una funzione di pagamento, che avrebbe sfruttato l’UPI (Unified Payments Interface) e incluso il supporto di un certo numero di banche indiane, tra cui State Bank of India, ICICI Bank, HDFC Bank e Axis Banca.

I beta tester ora hanno scoperto che questa funzionalità è attiva, con un ampio elenco di banche supportate visualizzate nell’interfaccia utente di WhatsApp.

Di seguito alcuni screenshot resi pubblici dal gruppo di tester Whatsapp:

Immagine: iPhoneHacks

Gli utenti devono quindi configurare la funzione verificando innanzitutto il loro numero di telefono tramite SMS e scegliendo una banca. L’opzione per inviare un pagamento è quindi disponibile dall’interfaccia principale di WhatsApp, nella stessa area in cui è anche possibile condividere una foto, un video, un file, un contatto o una posizione nella sessione di chat.

L’azienda di proprietà di Facebook aveva ricevuto l’approvazione da parte del governo indiano per integrare UPI nel suo servizio di messaggistica lo scorso luglio, al fine di implementare i pagamenti, secondo The Economic Times.

L’aggiunta mette in competizione WhatsApp con altri servizi di messaggistica che già supportano i pagamenti, come ad esempio Tez di Google e Tencent-backed Hike, ad esempio, nonché la piattaforma di portafoglio digitale Paytm, che si è espansa in messaggistica per affrontare WhatsApp in più direttamente.

Tuttavia, il supporto di WhatsApp per i pagamenti è molto atteso a causa della grande popolarità della app tra gli utenti indiani. L’India è il più grande mercato di WhatsApp con oltre 200 milioni di utenti attivi ogni giorno. In effetti, è così pesantemente utilizzato in quel paese che è anche portato a problemi come gli indiani alle prese con le norme sociali che coinvolgono la messaggistica quotidiana che vanno dalla memoria dei telefoni che si riempie di messaggi “buongiorno”, al dramma per l”abbandono di una conversazione familiare di gruppo.

Il potenziale che WhatsApp possiede per acquisire una posizione dominante sul mercato dei pagamenti indiani P2P è forte, dato che milioni di persone sono accedute alla rete Internet nella regione grazie a piani dati a basso costo e smartphone a basso costo. Il Paese ha addirittura superato gli Stati Uniti per i download combinati di iOS e Android per la prima volta nel quarto trimestre 2017, secondo App Annie, mentre l’adozione di smartphone è in aumento.

Comprendiamo che WhatsApp permetterà agli utenti di sapere quando i pagamenti P2P diventano più ampiamente disponibili in India, al termine della migliore fase di test.

WhatsApp ha rifiutato di commentare il lancio.

fonte: TechCrunch Immagine: Pexels

Post correlati